Blogiko

la tecnologia in tutte le sfumature

Android Wear 2.0 preview 4: novità per autenticazione e acquisti in-app

android wear

Android Wear 2.0 si aggiorna alla Preview 4 per sviluppatori: un’anteprima che già ci mostra vantaggi interessanti, tra cui l’autenticazione rapida e funzioni per gli acquisti in-app. Ecco tutte le novità

Anche per Android Wear 2.0 è arrivato il tempo di una nuova Developer Preview, che va ad incidere su alcune funzioni fondamentali per rendere l’ecosistema smartwatch più flessibile e veloce, pronto ad automatizzare molti comportamenti automatici degli utenti, tra cui il sign-in e l’autorizzazione agli acquisti all’interno delle applicazioni.

Partendo dal primo grande cambiamento, Wear 2.0 introduce una nuova esperienza di autenticazione. Gli utenti potranno premere un pulsante sullo schermo del wearable che aprirà una schermata di login rapido: le API server-side permetteranno un accesso diretto, favorendo lo scambio delle informazioni tra i due dispositivi con un server remoto.

In questo modo non dovremo fare altro che selezionare l’account a cui fare login, e lasciare allo smartwatch e allo smartphone connesso il compito di autenticarsi. Diversa funzionalità, invece, quella relativa agli acquisti in-app su Android Wear, che potranno essere autorizzati tramite una semplice immissione di un PIN (4 cifre).

Altre modifiche minori ma importanti per chi mette l’usabilità del proprio smartwatch al primo posto riguardano il ritorno delle gesture per l’archiviazione di ogni notifica e i “tips” o suggerimenti relativi alle app che potrebbero interessarci del Play Store, valutando quelle già installate.

Android Wear 2.0 Developer Preview 4 aggiunge inoltre diverse nuove API dedicate agli sviluppatori, che potranno sbizzarrirsi ancora di più nel creare delle migliori app stand-alone per gli smartwatch, senza bisogno di ricorrere necessariamente al supporto dello smartphone collegato.

La nuova anteprima di uno degli OS per wearable più flessibili in assoluto è dedicata, al momento, a due soli modelli di smartwatch: LG Watch Urbane 2nd Edition, e il rivale Huawei Watch. Due dispositivi che stanno ispirando Google a fare molto di più per il segmento smartwatch, come testimoniato dalla acquisizione appena annunciata di Cronologics, una startup dedicata alla creazione di soluzioni smart in grado di aiutare Big G a detenere una fetta sempre più ampia di utenza.

Via: Phone Arena

(Visitatori Attuali 14, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *