Windows Vista giunge alla fine: stop al supporto Microsoft da Aprile

windows vista

Termina l’11 Aprile prossimo il supporto ufficiale a Windows Vista, uno dei sistemi operativi più controversi di Microsoft: tempo di passare a un nuovo update

Anche Windows Vista, così come nel 2014 era accaduto al “fratello” Windows XP, si avvicina rapidamente alla sua resa dei conti. L’OS Microsoft più criticato di tutta la storia della casa di Redmond cesserà definitivamente il supporto ufficiale a partire dall’11 Aprile prossimo, eliminando completamente la prospettiva di patch e bug fix futuri.

Tempo di aggiornare il sistema correndo ai ripari con una versione più moderna di Windows, quindi, per chi avesse a tutt’oggi installato Windows Vista sul proprio PC o laptop. L’OS, definito da Steve Ballmer stesso “un prodotto non particolarmente evoluto”, è stato considerato un prototipo del più stabile e apprezzato Windows 7.

A differenza di molti altri OS Microsoft, Vista è stato abbandonato molto rapidamente dagli utenti che l’hanno sperimentato sui propri dispositivi, testimoniando rallentamenti di sistema e incompatibilità con diverse categorie di software e driver. Le quote percentuali di Windows Vista sono tutt’ora irrisorie, tali da non suscitare più di tanta preoccupazione a livello sicurezza.

Nonostante ciò, il pericolo può rimanere sempre in agguato: è bene dotarsi di una recente release di Windows 10, per chi desiderasse rimanere fedele a Microsoft, ed effettuare l’upgrade, come caldamente consigliato dal sito ufficiale, che elenca inoltre i possibili danni in cui potremmo incorrere una volta rifiutata l’installazione di un’alternativa.

Gli upgrade per Microsoft Security Essentials cesseranno inoltre del tutto, perciò se vogliamo garantirci un’esperienza di navigazione web più sicura, possiamo prendere in considerazione l’aggiornamento da oggi. A pochi giorni dal decimo compleanno di Vista, quindi, ci troviamo a doverlo “abbandonare”, pur essendo grati a questo OS che ha aperto le porte a Windows 7 e allo sviluppo di prodotti più compatibili con le aspettative del pubblico.

Via Comunicato Microsoft