Beep’nGo: l’app gratuita che alleggerisce il portafoglio

Beep'nGo - Recensione

“Stanchi di aver un mucchio di etichettine e un portafoglio stracolmo di carte di plastica?”. Comincia più o meno così la descrizione dell’applet Beep’nGo sul Playstore di Google. A mettere a punto questa simpatica utility la Mobeam di Palo Alto, che la ufficializza, rendendola disponibile, il 04/09/2013.

Beep’nGo di fatto abilita, rendendoli fruibili, i servizi di beaming, tecnologia ad impulso che permette la trasmissione di dati ed informazioni attraverso la lettura di determinati codici (come quelli a barre, ad esempio). Naturale prolungamento del QR code (acronimo di Quick Response) e dei relativi lettori, l’app consente di “digitalizzare” il codice a barre di una tessera magnetica (quelle, per intenderci, utilizzate nei supermercati previa sottoscrizione, finalizzate all’accumulo punti o all’ottenimento di buoni sconto), creandone di fatto un clone sul proprio dispositivo da utilizzarsi in sostituzione dell’originale ed andando a snellire notevolmente il proprio portafogli, alleggerito di tutte le tessere punti.

Disponibile gratuitamente su Playstore, Beep’nGo permette di registrare loyalty card, tessere sanitarie, cards regalo, tutte quelle, in pratica, provviste di codice a barre, con un’interfaccia semplice ed immediata ed un simpatico walktrough di apertura per i meno pratici.

L’ app consente di registrare fino ad un massimo di cinque carte; per ampliare il numero di carte disponibili, è richiesta la creazione di un profilo online (operazione totalmente gratuita).

Beep'nGo - RecensioneBeep'nGo - Recensione

Ne completano la coreografia la possibilità di abbinare un’immagine fronte-retro della card al rispettivo codice a barre, unitamente a nome e principali info dell’azienda.

Beep'nGo - RecensioneBeep'nGo - Recensione

L’app gira solo su firmware proprietari Samsung ed è al momento disponibile per i soli devices S4, Galaxy Round, S5 e Note3 (gli ultimi 2 risultano già abilitati di default ai servizi di beaming, mentre per i primi 2 è necessario un aggiornamento di sistema, all’effettuazione del download, è lo stesso device che suggerisce l’applicazione da scaricare per utilizzare il servizio).

I test sono più che positivi.

Taceremo, per evitare pubblicità, delle marche di riferimento, ma possiamo dire che l’applicazione, peraltro, molto leggera, non presenta rallentamenti e funziona benissimo (test effettuato su loyalty card classica e regalo).

E poi, vuoi mettere la soddisfazione di sfoderare alle casse il proprio cellulare invece dell’obsoleta tessera punti, gettando in molti casi nel panico la cassiera di turno?

Per scaricarla è sufficiente cliccare qui:

google_play logo

Friend Post by

Giuseppe Vollero



Lavoriamo nel mondo delle telecomunicazioni e siamo costantemente in contatto con realtà e contesti profondamente diversi, che ci hanno abituato ad adattarci ad altrettanto diversi modus operandi. Ed è proprio per questo che ci è sembrato naturale dare al nostro blog un’impostazione multipiattaforma: non ci occuperemo esclusivamente di temi legati ad un solo sistema operativo o ad una specifica categoria, ma cercheremo di toccare tutti i mondi che popolano l’universo tecnologico.